Giovedì, 13 Ottobre 2016

Di cosa parliamo quando parliamo di amicizia. A Milano

annadare13ottobre

Sono stata ad una bella serata, calda e intensa, sull'amicizia. Invitata da Francesca Del Rosso che ha appena pubblicato un bel romanzo sul tema: Breve storia di due amiche per sempre.

E’ un titolo facile, lo so.
Ma mi sento autorizzata ad usarlo perché ho letto e amato moltissimo Raymond Carver e tutti i suoi libri.

 

Non scriverò un post su Carver, tuttavia.

 

Ieri sera ero stata invitata, nel mio ruolo di digital PR per i libri Mondadori, ad un aperitivo organizzato da Francesca Del Rosso, che ha appena pubblicato per Mondadori il suo bel romanzo “Breve storia di due amiche per sempre”. Era una serata molto informale, con alcuni blogger, per parlare di amicizia, di amicizia femminile soprattutto.
Poi siamo state fortunate perché si sono aggiunti tre uomini, e quindi abbiamo anche potuto confrontare il diverso approccio all’amicizia di uomini e donne.


Abbiamo parlato di amiche che si perdono e non si sa perché, di amicizie che durano tutta la vita; della capacità che sviluppiamo da adulti, di avere sempre più spazio, dentro di noi, per l’amicizia, l’amore e gli affetti; del modo femminile di concepire l’amicizia come un luogo di confidenze e intimità, e di quello maschile, opposto, di amicizie fondate sul fare qualcosa insieme.
Qualcuno ha raccontato delle esperienze personali.
Io di sicuro, ma forse tutti, abbiamo ripensato ai nostri amici, quelli di vecchia data e quelli nuovi, quelli persi e quelli riamasti.
E sono tornata a casa contenta e soddisfatta!

 

Poi stamattina sono riuscita (non da sola, ma con l’aiuto dell’elettricista al telefono) a far partire la caldaia, ed è stato un grandissimo sollievo! Mi sto già pregustando quella piacevole sensazione di rientrare in una casa tiepida…

 

Outfit di oggi (piove, tra l’altro, ha cominciato proprio quando sono uscita, ho fatto in tempo a prendere l’ombrello): gonna-pantaloni di eco-pelle, T-shirt a righe a maniche lunghe, pullover fatto a mano mélange giallo e grigio, collant neri e mocassini neri.
Da completare con il soprabito Falconeri e la sciarpa di angora (mi piace particolarmente l’accostamento della fantasia floreale della sciarpa con gli scacchi del soprabito, tutto sul tema bianco-nero-grigio) e la coppola di tweed irlandese!
Molto #50chic, vero?

 

Buona giornata!
Anna da Re

 

(0)
Chi sono
Sono Anna da Re e questo è il primo e unico fashion blog per signore giovani dentro. Dove si sorride, si raccontano storie e si guarda ottimisticamente alla vita!
Seguimi
© 2017 Anna da Re - Tutti i diritti riservati - Privacy policy - Credits
buzzoole code